Eccoci giunti all’ultimo giorno della nostra vacanza pantesca, dopo diversi rinvii dovuti alle condizioni atmosferiche avverse, oggi alla nostra ultima chance è possibile effettuare l’escursione in barca circumnavigando l’intero perimetro isolano. L’appuntamento è fissato per le nove presso il molo del porticciolo di Pantelleria centro, abbiamo quindi un pò di tempo per andarne alla scoperta.

 

L’ampia baia del porticciolo di Pantelleria centro

Capoluogo dell’isola e sede dei principali servizi (Comune, poste, banche, farmacie ed ospedale) nonché degli unici distributori di benzina presenti sul territorio

Castello di Pantelleria

L’edificio caratterizzante del piccolo borgo è certamente l’imponente mole del castello conosciuto dai locali come “castello barbacane” , placidamente adagiato a dominio del lungomare risulta interamente edificato in pietra lavica locale, oggi ospita importanti eventi culturali ma in passato ha ricoperto le più svariate funzioni, dapprima carcere per diventare in seguito sede della marina, dell’aviazione e della milizia fascista.

Chiesa madre del SS Salvatore

Nelle sue immediate vicinanze sorge l’altro imponente edificio di Pantelleria centro, ovvero la chiesa Madre del SS Salvatore, di evidente costruzione moderna risulta infatti aperta al culto solo dal 2011, la sua facciata richiama i colori del cielo e del mare isolano. Edificata sui resti dell’antica chiesa madre che fu chiusa e resa inagibile a seguito di evidenti problemi strutturali. 

E’ giunta l’ora in perfetto orario lasciamo il porto

Puntiamo verso occidente e come per tutte le città di mare e tutte le isole del mondo oggi godremo delle sue vedute migliori da un punto privilegiato ovvero dal largo del suo mare, costeggiamo subito Cala Mursia con le sue kuddie Rosse per giungere in breve di fronte a punta Fram.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: