Lunedì 15 Agosto 2011 – Quinto Giorno

Lasciamo la città di Reno e ci dirigiamo 35 miglia a nord per portarci sulle sponde del Pyramid Lake, situato all’interno della riserva degli indiani Paiute. Un lago dalle acque purissime inserito in un paesaggio semi desertico contornato da montagne rocciose, ad un altezza di 1137 mt sul livello del mare Transiteremo poi lungo la Highway 50 considerata la strada più solitaria di tutti gli Stati Uniti, per giungere ad Austin (Nevada) oggi vera e propria città fantasma ed esempio ben conservato di una vecchia città mineraria, famosissima  nel 1800 quando partì la corsa all’argento (in maniera del tutto fortuita) quando un cavallo di un pony express calciando una pietra mise in luce una buona quantità del prezioso minerale.                                                      Proseguendo lungo la Highway 50 giungiamo ad Eureka anche questa località famosissima ai tempi della corsa all’argento, oggi una modesta cittadina ben conservata, la nostra meta di oggi è il villaggio di Baker, al confine tra il Nevada e lo Utah, nelle cui vicinanze si trova il favoloso e poco frequentato GREAT BASIN N.P. che comprende la cima del Wheeler Peak (mt. 3918) che svetta imperiosa dal deserto.

Numerose le escursioni in zona con splendidi panorami d’alta montagna, foreste, laghi glaciali e addirittura un ghiacciaio perenne. Arriviamo a destinazione alle 20,30, il proprietario aspettava solo noi e non appena ci vede ci consegna la chiave della stanza e sparisce in un baleno, lasciandoci soli ….. ai confini del mondo ( una strada deserta con ai bordi un ristorante ed una stazione di servizio……..non è un paese per vecchi).    

Vedi le mie Foto Prosegui il viaggio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: