Secondo giorno allo Zion N.P.

Lunedì 27 Agosto 2010 – Ventisettesimo giorno

Come già detto questo parco deve il suo nome ai primi bianchi mormoni che vi si insediarono alla ricerca di un suolo fertile da coltivare, dando così appellativi biblici anche alle varie zone che si trovano oggi nei confini del parco, abbiamo così:
East temple, West temple, Great white throne ed il temple of Sinawava ultima fermata della navetta che percorrendo una Scenic Drive asfaltata che serpeggia lungo il corso del fiume Virgin (un affluente del Colorado), e conduce al sentiero che porta alla Weeping Rock (la roccia piangente).
Da qui un percorso di 16 miglia (26 km) che come dice il nome (Riverside Walk) segue il corso del fiume costringendoci a guadarlo in vari punti arrivando al canyon posto nella parte terminale del sentiero anche questo percorribile (solo nel periodio che va da giugno ad ottobre) con i piedi completamente immersi nell'acqua.
Altre passeggiate da noi effettuate, degne di nota sono:
Middle Emerald Pools passeggiata della durata complessiva di due ore, ai diversi livelli si incontrano 3 piscine: la Upper, la Middle e la Lower.
Weeping Rock: breve e piacevole (venti minuti tra andata e ritorno) si arriva ad uno strapiombo roccioso ricoperto di vegetazione dal quale scende in continuazione una cascata d'acqua, proprio come se la montagna piangesse.
Angel's Landing: la più bella di tutte, una splendida passeggiata, lunga e faticosa (5 miglia, 8 km tra andata e ritorno)occorrono almeno 4 ore per percorrerla per intero, da sconsigliare a chi soffre di vertigini, in quanto l'ultimo tratto di sentiero prima di raggiungere la cima si percorre mediante una ferrata esposta su un scosceso crinale a picco su un dirupo. Una volta giunti in cima però dall'alto dell'Angels Landing si gode di un meraviglioso panorama sul canyon.
Kolob Canyon: Una strada gradevole conduce fino al belvedere (Kolob View Point).


Vedi le mie foto Prosegui il viaggio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: