A SPASSO PER VANCOUVER

Agosto 12, 2022 | Vancouver – British ColumbiaSecondo giorno

Dopo una rigenerante dormita siamo pronti per partire alla scoperta di Vancouver, è una splendida giornata di sole e noi iniziamo il nostro cammino dal quartiere di Chinatown, famoso per essere il più vecchio della stessa Vancouver, infatti fin dal lontano 1858 orde di immigrati cinesi giunsero in queste terre attratti dal miraggio dell’oro.
Successivamente numerosi operai cinesi furono impiegati come maestranze durante i lavori per la costruzione della nuova ferrovia la Canadian Pacific Railroad, molti di loro vi trovarono la morte, causa le durissime condizioni di lavoro.

Dichiarata quartiere storico nel 1970, oggi Chinatown si estende da Carrall a Gore Street, a segnarne il confine sorge come in tutte le altre Chinatown sparse per il mondo, la Millennium Gate altrove detta anche Dragon’s Gate, la monumentale porta che è stata inaugurata nel 2002 dal primo ministro canadese Jean Chrétien.

Purtroppo attualmente Chinatown risulta essere un quartiere altamente degradato, rifugio di tutti i senza tetto della metropoli, ovunque si volga lo sguardo cumuli d’immondizia, una moltitudine di umani che ciondola per le strade con lo sguardo perso nel vuoto come moderni zombie, vivono accampandosi sui marciapiedi e nei giardini pubblici, inoltre si drogano alla luce del sole e non è raro assistere al loro triste rituale. I palazzi e le abitazioni nei dintorni presentano un aspetto malandato e decadente in condizioni di evidente stato di abbandono, le strade sono sporche e maleodoranti, a parte i classici lampioni con il dragone nulla vi è della vivacità della Chinatown di San Francisco.

Al riparo dal caos di Chinatown sorge proprio nel suo cuore un’oasi di tranquillità detta giardino della quiete è il Dr Sun Yat-Sen Classical Chinese Garden un luogo di pace costruito per l’EXPO del 1986 , copia di un giardino della dinastia Ming con i suoi pini dal tronco sinuoso, sentieri coperti, formazioni di roccia calcarea. Nel costo del biglietto è compresa una visita guidata di 45 minuti. Noi abbiamo preferito rinunciare sfavorevolmente colpiti dalla situazione di degrado ed abbiamo preferito spostarci in un’altra zona.

E’ sufficiente una sola fermata dello skytrain (main Street-Science World) per ritrovarci sulle rive del False Creek dominate dalla cupola geodetica alta 47 metri che ospita il museo della scienza cittadino. Dall’altra parte della baia nettamente visibile tra i grattacieli di Vancouver spicca la cupola bianca del BC Place Stadium. Parte da qui un bel sentiero pedonale che ci condurrà fino a Granville Island e costeggiando tutta l’insenatura godremo di splendide vedute sui grattacieli di Yaletown. Altro quartiere storico di Vancouver, Yaletown, ex zona industriale i cui vecchi magazzini ferroviari sono stati riconvertiti in ristoranti di lusso, birrifici, pub, negozi e locali alla moda. Prezzi decisamente più elevati rispetto alla media e cliente raffinata e modaiola.

Marine Green Seawayveduta sui grattacieli Yaletown

E’ giusto l’ora di pranzo quando giungiamo sul ponte che conduce a Granville Island anche qui riconversione dei locali dalle vecchie segherie agli attuali laboratori artigianali, teatri, gallerie d’arte, negozi di souvenir ed innumerevoli ristorantini dove potrete gustare le più svariate cucine del mondo, ma il luogo più interessante di tutta l’isola è il suo mercato coperto, un tripudio di colori, profumi e sapori ed una vasta offerta di prelibate delizie, ravioli al vapore, tacos messicani, cucina tailandese, peruviana, ogni tipo di pesce, formaggi provenienti da ogni parte del mondo, frutta, dolci e i più svariati prodotti da forno. Dopo aver acquistato il necessario per rinfocillarsi a dovere, lo gustiamo comodamente seduti sulle panche della terrazza scoperta a fianco del mercato con vista sullo skyline cittadino.

Terminato il pranzo è ora di rimettersi in cammino, usufruendo dei comodi mezzi pubblici ritorniamo nella zona del waterfront vicino al porto. Come le principali città del Nord America anche Vancouver è una città di grattacieli, L’Harbour center è uno dei più famosi, situato al numero 555 di West Hastings street nel suo distretto finanziario nel cuore di downtown, composto da 28 piani con una torre panoramica conosciuta come il “Vancouver Lookout” che mediante ascensori panoramici in vetro in soli 40 secondi trasportano i visitatori da terra fino alla piattaforma girevole ad un’altezza di 168 metri. Se volete godere di una veduta dall’alto della city non potete assolutamente perdervi questa esperienza, è possibile consumare un pasto mentre la veduta del porto e dei grattacieli scorre sono vostri occhi e devo dire che considerata la location i prezzi si equivalgono rispetto ad altri ristoranti di Vancouver. Da questo punto privilegiato potete scattare splendide foto ai suoi luoghi iconici come Gastown o lo STANLEY PARK avrete distese davanti al vostro sguardo le splendide North Shore Mountains e le Olympic Peninsula Mountains, le vele spiegate del Canada Place e l’immensità dell’oceano Pacifico

Riguadagniamo la zona della Marine Green Seaway, superando Grandville Island per dirigerci verso il quartiere di Kitsilano affacciato sul mare della English Bay, un tempo dimora degli hippy canadesi, si è ormai trasformato nel rifugio di professionisti benestanti con relative famiglie al seguito.

Qui troverete una vasta ed incantevole distesa di sabbia, con giovani che giocano a frisbee o si sfidano in lunghe partite di beachvolley, praticamente un angolo di California ad una latitudine molto più estrema. Nelle belle giornate di sole come la nostra può essere veramente rilassante passeggiare a piedi nudi sulla sabbia con il rumore del mare come sottofondo e lo splendido skyline  cittadino di fronte ai vostri occhi. Alle spalle della spiaggia sorge un bellissimo parco dove gli abitanti amano consumare gioiosi pic-nic in lieta compagnia.      Ed ancora chi fa jogging, chi ginnastica o chi semplicemente prende la tintarella ed anche chi al mare preferisce i lidi più sicuri della gigantesca piscina all’aperto con acqua di mare riscaldata.      

Pernottamento: Casa 2789 Saint Catherine street, Vancouver, British Columbia

Vedi le mie foto o scegli di proseguire con il menù a fianco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: