Terminata l’interessante visita ai luoghi del Congresso, nuovamente all’aria aperta scopriamo che il sole ha fatto capolino tra le nuvole e fa molto più caldo, ci portiamo sul retro del Capitol e dalla sommità della collina si può ammirare tutta la bellezza del Washington Mall. Lo sguardo spazia fino al Washington Monument al centro esatto del Mall e poi oltre fino al suo apice il Lincoln Memorial. Questo splendido viale alberato della lunghezza di 2 miglia da percorrere tutto a piedi offre la visione di strepitosi monumenti.

Si incontrano in successione il giardino botanico, il Smithsonian Castle, la National Gallery of Art, il National Air and Space Museum ed il museo della cultura indiana. Giunti alla base dell’alto obelisco lo sguardo cattura in lontananza la visione della White House (la Casa Bianca), i memoriali dei caduti durante la seconda guerra mondiale e quello dei veterani del Vietnam.  Si giunge infine al bordo della Reflection Pool dove Mather Luther King pronunciò il suo famoso…..”I have a Dream” per terminare la passeggiata sulla scalinata del Lincoln Memorial. 

A Washington non esistono grattacieli come nelle altre metropoli americane, qui è vietato costruire edifici che superino l’altezza del Washington Monument. Questo obelisco di 170 metri è il più grande al mondo, l’idea è quella di catturare la luce e l’energia del sole per irradiarla all’esterno lungo il suo perimetro sacro, e poi quella piscina riflettente Perché? la sua punta diretta verso il cielo ed attraverso il suo riflesso sulla superficie della piscina punta anche verso il basso, Sta a significare una correlazione diretta tra quello che accade in terra e quello che succede in cielo.

Scende la sera e i suoi monumenti illuminati acquistano una nuova bellezza.

Vedi le mie foto                          Prosegui il viaggio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: